× Progettazione

Saluti

  • ilgallico
  • Autore della discussione
  • Visitatori
  • Visitatori
9 Anni 9 Mesi fa #1711 da ilgallico
Saluti è stato creato da ilgallico
Salve a tutti. Sono contento di aver trovato una fonte di informazione su un argomento così specifico e ringrazio di aver accolto la mia richiesta. Fino ad ora la navigazione sul web non mi ha permesso di reperire le risposte che cerco. Sono architetto e vivo e lavoro a Roma. Il gestore di una piscina pubblica, per il quale ho già lavorato riguardo alla sistemazione dell'atrio di ingresso del complesso sportivo, mi ha posto un problema di manutenzione relativo alla zona tecnica interrata della piscina che contiene anche due vasche di compenso. Le due vasche sono posizionate sui due lati corti del locale tecnico dal quale sono separate mediante due tramezzature che non arrivano al soffitto del locale ma si fermano a circa 60cm, lasciando areazione ai locali delle vasche di compenso. Il problema da risolvere deriva dalle eselazioni di cloro che i locali vasche emanano creando seri problemi di corrosione alle parti metalliche dei macchinari che si trovano nel locale tecnico. Il gestore mi ha fatto vedere un preventivo che gli hanno fatto per completare le tramezzature di divisione fino al soffitto e per dare areazione ai due locali mediante tubazioni di sfogo.
Non essendo esperto in materia mi poso posto il problema di capire se esiste una normativa in merito e cosa prevede per la realizzazione dei locali di contenimento delle vasche di compenso interrate, prima di avvallare un preventivo che fa spendere soldi senza magari risolvere il problema. Mi scuso per essermi dilungato ma non è semplice spiegare il problema con due righe e mi auguro di poter ricevere delle informazioni valide.Grazie e di nuovo saluti a tutti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 8 Mesi fa #1725 da MarcoR
Risposta da MarcoR al topic Re:Saluti
Ho spostato la discussione in un'area più adatta.
Dunque, che io sappia, non c'è una normativa specifica per l'aerazione dei locali piscina, salvo il fatto che deve essere assicurata la sicurezza degli addetti ai lavori, per cui dovrà esserci ossigeno a sufficienza e si dovranno evitare le esalazioni oltre all'obbligo dell'utilizzo di protezioni individuali specifiche.
Per mia esperienza, di solito è sufficiente una normale ventilazione, ma possono esserci casi particolari che necessitano di soluzioni più complicate.
Io richiederei all'azienda che ha fatto il preventivo di documentare l'effettivo ricambio di aria che garantisce attraverso il suo sistema e che certifichi l'adeguatezza dello stesso in quel caso specifico.

____________________________________________________________________________
1) Leggete il Regolamento del Forum!
2) Consultate prima la sezione Documenti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.147 secondi
Powered by Forum Kunena