Il primo portale  italiano  sulla piscina - Qui puoi trovare: > un Forum aperto > articoli tecnici > aggiornamenti sul settore per una community di professionisti e appassionati

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Chimica e Trattamenti
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Utilizzo congiunto Cloro e Ossigeno attivo?

Utilizzo congiunto Cloro e Ossigeno attivo? 1 Mese 3 Settimane fa #31589

  • scarpanella68
  • Avatar di scarpanella68 Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Salve a tutti amici amanti delle piscine,
è la prima volta che scrivo su un forum dedicato in quanto preoccupata dalla problematica presentata nella mia piscina interrata (premetto che questa è una piscina interna di 60 m3 d'acqua con vasca di compenso, che quindi non è esposta a fonti di luce naturali)
Normalmente mi limitavo ad aggiungere all'acqua 1 lt 1/2 di ossigeno attivo ogni mattina, congiuntamente a 2 lt 1/2 di cloro ogni pomeriggio (filtrazione h24). Aggiungo che la pulizia del filtro è periodica (avviene settimanalmente) e la temperatura dell'acqua oscilla intorno ai 30 gradi, con un ph stabile a 7.4. Inoltre, aggiungo 1 lt di antialghe ogni settimana.
Tuttavia, dopo circa quattro settimane di utilizzo della piscina, ho notato un innaturale ed esplosivo aumento di quella che suppongo essere flora batterica (o alternativamente alga rosa), che risulta accumulatasi principalmente su pareti e pavimentazioni della piscina, creando una sorta di biofilm viscido e all'apparenza rosa/biancastro. Chiaramente ho deciso di effettuare delle analisi all'acqua e per quanto il quadro batteriologico risulti perfetto, i valori del Cloro risultano assenti, pur continuando io ad inserirlo regolarmente.
Possibile che ciò risulti da un conflitto tra questi due prodotti e che quindi sia sconsigliabile usare congiuntamente cloro e ossigeno attivo?
Grazie in anticipo per l'attenzione, vostra Nella Scarpa

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Utilizzo congiunto Cloro e Ossigeno attivo? 1 Mese 3 Settimane fa #31594

  • MarcoR
  • Avatar di MarcoR
  • Assente
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Messaggi: 2423
  • Karma: 20
  • Ringraziamenti ricevuti 439
Anzitutto benvenuta!
Non so chi le abbia suggerito questa combinazione, ma le assicuro che non ha alcun senso.
Uno ossida l'altro, per cui si neutralizzano e quindi la sua vasca non ha alcuna disinfezione.
O utilizza ossigeno o utilizza cloro, oppure meglio sarebbe (per una piscina interna) utilizzare il bromo, poco sensibile alle variazioni di pH e soprattutto non produce clorammine, che sono evidenziate da un fastidioso odore di cloro ed oltretutto sono anche cancerogene (a lunghe esposizioni in ambienti chiusi).
Il bromo, è un pò più costoso, ma ha il vantaggio che se non viene "consumato" da materia organica, può anche essere periodicamente rigenerato.
Quello che le suggerisco ora è di far fare una analisi completa dell'acqua, soprattutto una analisi batteriologica, perchè non sono in grado di dirla a distanza che cosa sia il film rosa.
La miglior soluzione sarebbe tuttavia svuotare, pulire e sostituire l'acqua partendo da capo con un trattamento unico.
Mi rendo conto che dispiaccia buttare via 60 mc di acqua (ed anche riscaldata...).
Ultima alternativa, chiami un buon manutentore (cioè uno specializzato, che conosca il mestiere, non un qualunque idraulico) e faccia valutare la situazione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

1) Leggete il Regolamento del Forum!
2) Usate la funzione "Cerca" .
3) Consultate prima la sezione Documenti

Utilizzo congiunto Cloro e Ossigeno attivo? 1 Mese 3 Settimane fa #31602

  • scarpanella68
  • Avatar di scarpanella68 Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Ciao MarcoR, grazie mille per la tua risposta e buona Pasqua!
il nostro manutentore ci aveva consigliato il bromo, tuttavia è stato da noi scartato in quanto in commercio non abbiamo trovato lo stesso sotto forma liquida, ma soltanto in pasticche. Avendo la pompa dosatrice, è per noi più comoda una soluzione liquida. Lei è a conoscenza dell'esistenza in commercio di bromo liquido o questo non esiste in natura?
Avendo la pompa dosatrice, inoltre, in origine abbiamo utilizzato SOLO ossigeno attivo (12 lt a settimana come effetto shock, tutte le settimane una volta a settimana, più 1 lt 1/2 al giorno tutti i giorni). Purtroppo però abbiamo avuto lo stesso tipo di problema quindi abbiamo pensato, su consiglio del manutentore, di provare con cloro e ossigeno attivo in utilizzo congiunto.
Attualmente invece siamo passati (solo da qualche giorno), dopo aver svuotato e ripulito la piscina come anche tu consigliavi, ad utilizzare unicamente Cloro liquido (Ipoclorito di Sodio 36°) 1 lt 1/2 la mattina, 1 lt 1/2 al pomeriggio ogni giorno, non essendo a conoscenza dei danni delle clorammine. Questo sistema potrebbe funzionare per quantomeno mantenere stabile la pulizia della piscina? Oppure, volendo adesso passare da cloro a bromo, dovremmo nuovamente svuotare la piscina?
Scusa per l'infinità di domande, ti ringrazio per la tua disponibilità
allego inoltre una foto del "biofilm" prelevato dalle pareti della piscina su di un fazzoletto
Allegati:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Utilizzo congiunto Cloro e Ossigeno attivo? 1 Mese 3 Settimane fa #31610

  • MarcoR
  • Avatar di MarcoR
  • Assente
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Messaggi: 2423
  • Karma: 20
  • Ringraziamenti ricevuti 439
Il bromo in forma liquida non c'è, solitamente di dosa in manuale oppure esistono degli apparecchi che si chiamano brominatori per rendere il trattamento automatico.
Tuttavia l'uso del cloro liquido non è vietato o escluso a priori, occorre avere maggiori accortezze nella manutenzione per evitare il più possibile la formazione delle clorammine.
Le prima attenzioni sono:
- regolare bene il dosaggio in modo che il valore di cloro sia stabile a 1 - 1,5 ppm
- regolare stabilmente il valore di pH a 7.2 - 7.4
- pulire con regolarità il filtro con frequenti controlavaggi.
- cambiare settimanalmente il 5% dell'acqua.
In questo modo si evita la concentrazione della materia organica che è alla base della formazione delle clorammine.
Poi, aerare con frequenza l'ambiente in modo che ci sia un adeguato ricambio di aria.
Ultima cosa, usare in combinazione un buon antialga di ultima generazione con attività batteriostatica e sanificante, come ad esempio un prodotto della linea CTX che può trovare da un buon rivenditore specializzato.
Questa aiuta ad evitare la formazione di quella "sostanza rosa".

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

1) Leggete il Regolamento del Forum!
2) Usate la funzione "Cerca" .
3) Consultate prima la sezione Documenti
  • Pagina:
  • 1
Tempo creazione pagina: 0.339 secondi

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti ai feed del forum

RSS-Feed-icon

Vai all'inizio della pagina