Il primo portale  italiano  sulla piscina - Qui puoi trovare: > un Forum aperto > articoli tecnici > aggiornamenti sul settore per una community di professionisti e appassionati

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Prima di postare un qualunque commento, si prega di leggere attentamente il regolamento !
Prima di tutto cercate nel forum ( latuapiscina.it/forum/cerca.html ) perchè al 90% delle domande è già stata data una risposta!!!
Chimica e Trattamenti
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi?

quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi? 2 Settimane 1 Giorno fa #28627

  • meteor-5
  • Avatar di meteor-5 Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 7
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Buongiorno, mi presento. Mi chiamo Matteo ed ho una piscina di circa 170 m^3.
Volevo tornare sull'argomento acido isocianurico, con cui da un paio di anni mi trovo a fare i conti. Negli anni passati la piscina rimaneva aperta per 2-3 mesi (ed ogni anno cambio l'acqua), quindi l'acido isocianurico probabilmente non si accumulava troppo. Da due anni, invece la tengo aperta più a lungo, quest'anno 5 mesi. Ho cominciato la manutenzione con dicloro e tricloro, come faccio sempre. Adesso pero ho un valore di isocianurico di 70 e sto usando l'ipoclorito di calcio al posto del dicloro (e sempre il tricloro per le pastiglie). Ho letto sia la vostra guida, sia l'articolo dedicato sull'acido isocianurico. Dall'articolo in particolare, sembra che non ci sia speranza di evitarlo se si vuole tenere in funzione la piscina per più di due-tre mesi.
Mi pongo quindi alcune domande:
- Come fa chi non cambia l'acqua ogni anno?
- Se si sa di tenere la piscina aperta più di 2-3 mesi, forse converrebbe da subito evitare il dicloro (anche se all'inizio fatico molto ad abbassare il Ph e l'ipoclorito contribuisce a farlo alzare)
- Quindi qual è il sistema di disinfezione più adatto ad un acqua che deve essere usata per 4-5 mesi?
- Infine, ho letto che l'acido isocianurico viene usato come stabilizzante del cloro "da alcuni anni". Ma quindi esiste in commercio anche dicloro o tricloro non stabilizzato (ovvero senza acido isocianurico)? Magari in periodi più freschi e nuvolosi come Settembre/Ottobre con meno raggi UV si potrebbe usare questo ...
Ho fatto tante domande insieme! ma volevo anche farvi i complimenti per questo forum, molto utile!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi? 2 Settimane 16 Ore fa #28633

  • luigi_67
  • Avatar di luigi_67
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
  • Messaggi: 1836
  • Ringraziamenti ricevuti 231
Secondo me, per una vasca di quelle dimensioni e per evitare di trovarsi con il problema dell'isocianurico, è opportuno prevedere un sistema che utilizzi da subito l'ipoclorito. Questo infatti non presenta tale problema. Per il discorso del pH è sufficiente regolare l'aggiunta di pH meno di conseguenza, ma nulla che non si possa gestire.

Come detto anche in altre occasioni, ad inizio stagione è sempre raccomandabile una sostituzione parziale o totale dell'acqua, proprio per evitare di incorrere in queste problematiche. Anche se utilizzata sono 4 o 5 mesi l'anno (può essere l'esempio di uno stabilimento balneare), ad inizio stagione nuova è raccomandabile ripartire da zero con acqua nuova.

Per il discorso dei composti isocianurati, l'acido isocianurico è parte della molecola che rilascia il cloro quindi non è eliminabile, altrimenti parleremo di un altro prodotto.
Se si vuole evitare l'isocianurico nei prodotti a base di cloro, occorre per forza orientarsi verso l'ipoclorito di sodio o di calcio.
Un saluto
Luigi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Area con articoli tecnici:

www.latuapiscina.it/Area-Tecnica/

quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi? 2 Settimane 12 Ore fa #28639

  • meteor-5
  • Avatar di meteor-5 Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 7
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Grazie della risposta. In effetti quello che pensavo di fare l'anno prossimo è continuare ad usare il tricloro in pastiglie e sostituire il dicloro con l'ipoclorito.
A questo punto, però, ti chiederei un'altra cosa. Fra l'ipoclorito di calcio e quello di sodio, a parte quelle fisiche (solido e liquido), che differenze ci sono? Ad esempio, so che l'ipoclorito di calcio tende a far aumentare il Ph, succede anche con quello di sodio? altre differenze? La mia esperienza, per ora, è limitata all'ipoclorito di calcio, quello di sodio non l'ho mai usato.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi? 2 Settimane 11 Ore fa #28640

  • luigi_67
  • Avatar di luigi_67
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
  • Messaggi: 1836
  • Ringraziamenti ricevuti 231
Entrambi tendono ad aumentare il valore di pH dell'acqua una volta che in essa sono diluiti in quanto la soluzione di entrambi ha caratteristiche basiche (pH intorno al 12 o poco superiore...)
C'è da dire però che la "forza" di questi composti nella variazione del pH di una piscina è minima, in relazione alla picola quantità che di essi viene disciolta, al fatto che comunque tendono a dissociarsi in acido ipocloroso (acido appunto) e al fatto che l'alcalinità dell'acqua tende a fare da tampone (si oppone alla variazione di pH in più o meno).
Per questo motivo l'aggiunta di ipoclorito in termini pratici può modificare un po' il pH ma, come dicevo, nulla di così grave da non poter essere gestito.
Io nella mia piscina sono oramai tre anni che utilizzo ipoclorito di sodio e a ciascuna aggiunta di ipoclorito, anche fosse mezzo litro tutto insieme sui circa 20 mc, il pH variava in più di qualche centesimo di unità (misurato con un pHmetro elettronico da laboratorio)
Pe ril resto posso dirti che l'utilizzo di ipoclorito di calcio potrebbe dare, alla lunga formazione di pulviscolo sul fondo della vasca dovuto al fatto che i sali di calcio residui tendono a precipitare più facilmente di quelli di sodio... ma anche qua non è detto che si verifichi e in che misura, molte sono le variabili.

Infine, se per il prossimo anno decidi di utilizzare solo ipoclorito, del tricloro puoi anche farne a meno. Al limite puoi tenerti del dicloro da utilizzare in casi fossero necessarie superclorazioni.
In questo modo contieni l'apporto di isocianurati in vasca, evitando i noti problemi.
Un saluto
Luigi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Area con articoli tecnici:

www.latuapiscina.it/Area-Tecnica/
Ultima Modifica: da luigi_67.

quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi? 2 Settimane 4 Ore fa #28645

  • meteor-5
  • Avatar di meteor-5 Autore della discussione
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 7
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Il tricloro mi serve per il mantenimento. La piscina è in una seconda casa e ci sono periodi in cui posso andare solo una volta alla settimana per fare manutenzione, per questo mi servono pastiglioni che durino una settimana. Non credo ci siano formulazioni di ipoclorito che durino tanto (a meno naturalmente di non avere un impianto automatico, cosa che io non ho).
Non capisco invece perchè mi dici che potrei usare il dicloro per clorazioni shock, non posso farle con l'ipoclorito?
Ciao,
Matteo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

quale disinfezione per una piscina da mantenere in funzione per 5 mesi? 1 Settimana 6 Giorni fa #28646

  • luigi_67
  • Avatar di luigi_67
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
  • Messaggi: 1836
  • Ringraziamenti ricevuti 231
Se devi lasciare la vasca da sola, l'ipoclorito, qualunque esso sia, non va bene dato che questo deve essere dosato continuamente e non c'è nessuno che possa farlo.
Il tricloro in questo caso diventa una scelta obbligata anche se con esso, data la variabilità con cui si solubilizza, potresti avere valori di cloro ballerini.
Stesso discorso per il pH, che se lasciato a se' tende a scappar di mano.
Fossi in te prenderei seriamente in considerazione l'installazione di un sistema automatico di controllo e dosaggio per pH e cloro, considerando anche che stiamo parlando di una vasca di una certa importanza viste le dimensioni... parere personale ovviamente...

Un saluto
Luigi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Area con articoli tecnici:

www.latuapiscina.it/Area-Tecnica/
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo creazione pagina: 0.070 secondi

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti ai feed del forum

RSS-Feed-icon

Vai all'inizio della pagina