Il primo portale  italiano  sulla piscina - Qui puoi trovare: > un Forum aperto > articoli tecnici > aggiornamenti sul settore per una community di professionisti e appassionati

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Clorinatore: parliamone!

Clorinatore: parliamone! 4 Anni 2 Mesi fa #21721

  • mirkob
  • Avatar di mirkob Autore della discussione
  • Offline
  • Expert
  • Expert
  • Messaggi: 129
  • Ringraziamenti ricevuti 5
Ciao a tutti. Mi rivolgo a chi già possiede questo dispositivo che utilizzando il sale scompone tramite elettrolisi il sale producendo acido cloridrico ed evitando così la formazione in piscina di acido isocianurico. Ho letto diversi argomenti riguardo a questo discorso, e parlato anche con due commercianti ritrovandomi sempre un Po in difficoltà per l'acquisto in quanto mi elencavano Anche i pro di questo sistema. Premetto che io fin'ora ho usato le classiche pastiglie a cloro, controllando sempre i valori e filtrando bene non ho mai avuto problemi. Però incuriosito da questo sistema teoricamente più naturale sarei molto tentato la prossima stagione di passare al sale. Quello che mi blocca é ciò che ho letto in vari documenti e quello che mi hanno detto due venditori. In definitiva il clorinatore va sempre controllato nella zona elettrodi e bisogna pulirli costantemente sotto l'aceto. Se per caso durante il giorno finché non sono presente a casa e il clorinatore va in qualche allarme quel giorno potrebbe essere l'inizio di vari problemi all'acqua. Altra cosa il clorinatore da solo non basta ma la pastiglia di cloro serve sempre per aiutare l'acqua....stessa cosa per l'antialghe che il clorinatore da solo non basta sebbene abbia già la funzione , quindi siamo punto a capo. Altra cosa detta da un commerciante nella mia piscina servono a settimana 150 kg di sale per mantenere il valore esatto... pazzo perché guardando il manuale online della Intex trovo che servono 95 kg di sale non iodato per iniziare con il ciclo boost e poi 25 kg di sale solo al bisogno! Ultima cosa da non sottovalutare é che l'acqua diventa più conduttiva e col tempo potrebbe corrodere la struttura portante. Tutto ciò mi ha bloccato nell'acquisto di questo sistema anche se sinceramente vorrei provarlo. Chi di voi lo usa come si trova? Concorda su quanto detto dai commercianti sui contro di questo sistema?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Ultima Modifica: da mirkob.

Re: Clorinatore: parliamone! 4 Anni 2 Mesi fa #21772

  • Pocket
  • Avatar di Pocket
  • Offline
  • Platinum
  • Platinum
  • Messaggi: 1067
  • Ringraziamenti ricevuti 94
Ho praticamente risposto già nell' altro post, ti posso solo dare un consiglio, PROVALO e non te ne pentirai.

Basta solo RISPETTARLO, leggendo il manuale di istruzioni, ed evitargli di "schiaffargli" direttamente addosso ( immettendolo direttamente nello skimmer ) sia il SALE che sopratutto il PH MINUS ( deleterio per le "piastre" ).

I consigli su cosa EVENTUALMENTE utilizzare al posto del PH MINUS ( una sostanza più SOFT ) ci sono comunque nell' apposita GUIDA.

Messo i primi di GIUGNO me ne sono dimenticato fino al momento di toglierlo l' altro giorno per "sbaraccamento"; ogni settimana o due gli "giri" il connettore ( tempo 2 secondi ) che c'è sulle piastre e si AUTOPULISCONO per inversione di polarità.

Messi 45 Kg. di SALE ad inizio stagione ( il minimo richiesto ... 3 gr. al litro ) e non ho più avuto bisogno di immetterne altro nonostante i frequenti rabbocchi nell' arco della stagione.

Effettivamente lo scorso anno ho avuto qualche problemino... praticamente inondandolo QUOTIDIANAMENTE con gli schizzi d' acqua provenienti dalla piscina, si erano "ossidati" un po' i contatti sulle piastre ( causandomi un' errata rilevazione di LOW SALT ), imparata la lezione ( coprendolo dagli schizzi d' acqua ) quest' anno è filato tutto senza intoppi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Stima reciproca e calma d'animo!

PRIMA di tutto VISITATE la sezione DOCUMENTI e consultate i MANUALI GRATIS!

Di fronte agli imbecilli non c'è che un solo modo per mostrare il proprio spirito: evitare qualsiasi conversazione con loro.
Ultima Modifica: da Pocket.

Re: Clorinatore: parliamone! 4 Anni 2 Mesi fa #21774

  • mirkob
  • Avatar di mirkob Autore della discussione
  • Offline
  • Expert
  • Expert
  • Messaggi: 129
  • Ringraziamenti ricevuti 5
Grazie pocket. Copio e riprendo dall'altro post

Ciao pocket. Ottimi punti su cui riflettere. Però vorrei sapere se integri mai con qualche prodotto chimico per restare dentro i valori magari dopo una giornata di troppo caldo o maggior affluenza di bagnanti.
2) ho letto il manuale online del clorinatore e ho visto che ha un timer per le ore di funzionamento ma non per accensione o spegnimento ad orari stabiliti come faccio già con la pompa. Quindi deduco che forse agisci manualmente? So anche che togliendo l'alimentazione perde la programmazione.
3) un negoziante mi ha detto che servono aggiunte di sale considerevoli per il mantenimento del sistema durante i mesi di utilizzo. É vero? Nella mia piscina la intex parla di 95 kg alla prima accensione e di 25 kg SOLO al bisogno.
4) mi spaventa il fatto che può arrugginire il telaio e la scaletta della piscina essendoci anche in quantità bassa del sale. Hai problemi nella tua piscina? So che avevi aperto un post sulla bestway con il telaio ruggine però pure io ho avuto quel problema a livelli iniziali quindi finché era ancora tutto ok L'ho venduta 1 settima fa e mi sono fatto una Intex più grande come dimensioni.
5) vedo che di manutenzione alle piastre ne hai quasi nulla mentre un negoziante mi diceva che ogni settimana dovrei star li con allora a pulire tutto. Sarebbe snervante ad un certo punto dover lavorare per la piscina invece di usarla. Forse dipende molto dalla durezza dell'acqua.
Il clorinatore e il fatto di aver l'acqua che non sa da cloro ed esente da isocianuri mi attrae parecchio ma alcuni dubbi ancora mi bloccano

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re: Clorinatore: parliamone! 4 Anni 2 Mesi fa #21777

  • Pocket
  • Avatar di Pocket
  • Offline
  • Platinum
  • Platinum
  • Messaggi: 1067
  • Ringraziamenti ricevuti 94
Tranne un po' di PH MINUS all' inizio, non ho avuto bisogno di null' altro per tutta la stagione, eccetto appunto i 3gr. Di sale a LT. d'acqua che richiede come minimo per funzionare ( ho comunque appurato che funziona già con molto meno ) ad inizio stagione infatti ero partito con solo 20 kg. di sale, in luogo dei 35 kg. previsti per la mia cubatura e comunque funzionava; ribadisco che comunque 3 GR. di sale in 1 LT.d. acqua si sentono poco o nulla, altro insomma che le concentrazioni che vi sono in acqua di mare, dove sono 10 volte tanto.

Essendo prevista la funzione BOOST non c'è la necessità di provvedere ad aggiungere alcun prodotto chimico in quanto la stessa serve anche per la CLORAZIONE D'URTO iniziale, basterà quindi in caso di necessità incrementare leggermente la temporizzazione normalmente adottata e basta.

Il timer integrato prevede di default una clorazione di 2 ore, modificabile comunque a piacere; se si vuole essere sicuri di non perdere le impostazioni c'è comunque la possibilità di affiancarlo ad un piccolo gruppo di continuità ( 50 €uro circa ) ma personalmente lo ritengo superfluo, forse perche la mia cubatura richiede comunque le impostazioni di default.
Il mio riparte in automatico dopo 24 ore e comunque, per necessità diverse, si può sempre sopperire con un timer giornaliero del costo di qualche €uro.

La dose minima necessaria di sale prevista è quella di 3 GR/l, anche se funziona comunque se tale soglia è abbondantemente sotto, mantenendo mi comunque nella soglia minima e nonostante i frequenti rabbocchi con acqua nuova, non ho mai avuto per tutta la stagione la necessità di ulteriori integrazioni.

Il problema ruggine esiste comunque, almeno nelle Bestway, c'è l'avevo anche prima di adottare il clorinatore, quei 3gr/l influiscono in misura infinitesimale, il problema è che, almeno nelle Bestway, la zincatura esiste solo sulla carta, prima di montare la tua nuova Intex magari spruzzagli una buona dose di silicone spray all' interno dei tubi, in modo che l' eventuale ristagno d'acqua non possa attecchire sul metallo.
Per quanto riguarda le correnti galvaniche emesse dal clorinatore, sottolineo che queste sono ampiamente assorbite e scaricate a massa, dai due grossi elettrodi di rame che ci sono in uscita dal clorinatore e che comunque esse non potranno nei raggiungere il telaio della piscina perché questo non è mai in contatto elettrico con l' acqua ma isolato dal liner.

Ribadisco il fatto che per tutta la stagione non ho mai dovuto pulire una sola volta le piastre, sebbene dalle mie parti l' acqua sia abbastanza dura, basta girare in via preventiva ( ogni 2/3 settimane o anche più ) il connettore presente sulle stesse e si eviteranno eventuali accumuli, scegliere quindi il ''senso'' in cui si vedono sviluppare una maggior quantità di bollicine e stai a posto, l' acqua avrà tutto un' altro sapore/odore rispetto a quando si adottano i pastiglioni, sarà magari anche grazie alla combinata clorinatore/zelbrite, ma è tutta un' altra storia.
Ringraziano per il messaggio: luigi_67, mirkob

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Stima reciproca e calma d'animo!

PRIMA di tutto VISITATE la sezione DOCUMENTI e consultate i MANUALI GRATIS!

Di fronte agli imbecilli non c'è che un solo modo per mostrare il proprio spirito: evitare qualsiasi conversazione con loro.
Ultima Modifica: da Pocket.

Re: Clorinatore: parliamone! 4 Anni 2 Mesi fa #21787

  • mirkob
  • Avatar di mirkob Autore della discussione
  • Offline
  • Expert
  • Expert
  • Messaggi: 129
  • Ringraziamenti ricevuti 5
ottima spiegazione! si vede che segui con passione la piscina.

Per esempio nella scaletta non ti fà ruggine? nella bestway che avevo prima un'accenno di ruggine c'e l'aveva già, ma è anche vero che la lasciavo dentro sempre.

La cosa più interessante è il fatto che praticamente di aggiunte successive di sale non ne hai mai fatte e credo forse anche di prodotti tipo flocculante. Mentre i 2 commercianti dove prendo anche i prodotti mi dicevano sempre che loro vendono anche il clorinatore ma poi non è come con la pastiglia di cloro a lenta cessione che una volta messa si "arrangia", col clorinatore bisogna dedicarci del tempo sia alla pulizia che ai controlli per aggiunta sale o regolare la quantità di cloro...... ma dalla tua esperienza credo che loro parlino forse anche per un fattore commerciale di vendita dei prodotti per la piscina..... più clienti passano al sale e meno loro vendono

Curiosità: per la pompa ho già 1 timer elettronico a muro per la gestione spegnimento e accensione con 2 programmi, uno mattina e l'altro pomeriggio, quindi la pompa è sempre su accesa e il timer attacca e stacca la corrente ad orari prestabiliti. Il clorinatore bisogna farlo partire dopo che la pompa è in funzione e spegnerlo un'ora prima dello spegnimento della pompa. Ma nel manuale del clorinatore trovo solamente l'impostazione delle ore di funzionamento mentre non trovo tipo l'impostazione dell'orario (credo abbia un timer interno non modificabile che dal momento di fine ciclo conta 24 ore) e la possibilità come nel tuo caso di fare 2 programmi divisi per produrre cloro di mattina e verso sera, però con il programmatore che uso per la pompa non posso usarlo col clorinatore, perchè questo bisogna lasciarlo sempre acceso.

Per la misura del valore di cloro si usano sempre la solite pastiglie DPD1?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Re: Clorinatore: parliamone! 4 Anni 2 Mesi fa #21789

  • luigi_67
  • Avatar di luigi_67
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
  • Messaggi: 2152
  • Ringraziamenti ricevuti 298
Per i tempi di accensione, se il clorinatore ha un timer suo, questo deve necessariamente essere sincronizzato con quello che comanda l'impianto filtrante, pur non dipendendo direttamente da questo. Quindi esso dovrà essere impostato facendolo magari partire 15 minuti dopo l'avvio della pompa e facendolo spegnere un quarto d'ora prima dello spegnimento, questo per compensare eventuali imprecisioni dei timer (se essi sono elettronici tale problema dovrebbe essere meno sentito.

Faccio una domanda: il clorinatore produce ipoclorito a prescindere oppure ha una sonda che rileva la concentrazione di cloro in acqua e quindi ne regola di conseguenza la produzione?

un saluto
Luigi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Area con articoli tecnici:

www.latuapiscina.it/Area-Tecnica/
Tempo creazione pagina: 0.082 secondi

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti ai feed del forum

RSS-Feed-icon

Vai all'inizio della pagina