Il primo portale  italiano  sulla piscina - Qui puoi trovare: > un Forum aperto > articoli tecnici > aggiornamenti sul settore per una community di professionisti e appassionati

Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami

ARGOMENTO: Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito.

Re: Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito. 6 Mesi 3 Settimane fa #30616

  • il caravaggio
  • Avatar di il caravaggio
  • Offline
  • Platinum
  • Platinum
  • Messaggi: 332
  • Ringraziamenti ricevuti 35
Bene, terminate le scorte proverò a passare all'ipocloritodi calcio, l'unico mio dubbio è legato all'esposizione solare della mia fuori terra " dalle 7 alle 21" temo che il cosumo sarà elevato.
Piccola nota: H2O a 32 gradi, pompa H24 PH 7,4 Cl 1,5....speriamo che duri
Saluti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Chiedere ad un poeta il significato di una poesia è come chiedere all'artista il significato di un'opera. Non serve la vana scoperta dei loro sentimenti, semmai il riflesso dei nostri.

Re: Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito. 6 Mesi 3 Settimane fa #30617

  • luigi_67
  • Avatar di luigi_67 Autore della discussione
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
  • Messaggi: 2163
  • Ringraziamenti ricevuti 302
Eh per il sole anche io non sto meglio... lo prende in pieno dalle 9 alle 18.30 circa in questi giorni e ieri l'acqua era a 32° anche da me... però riesco a tenere tutti i parametri nel range, certo, andando a mano ogni giorno analisi e integrazioni, però l'acqua è perfetta... :)
Ciao
Luigi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Area con articoli tecnici:

www.latuapiscina.it/Area-Tecnica/

Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito. 5 Mesi 4 Giorni fa #31133

  • Manuel Badalassi
  • Avatar di Manuel Badalassi
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Salve a tutti,
Da quest'anno posseggo una piscina fuoriterra di 4,25 m di diametro e alta 0,85 m con filtro a cartuccia. Ho letto le guide presenti sul sito potendo imparare molto e colgo l'occasione per ringraziarvi. Leggendo questa discussione mi piacerebbe sapere che differenze ci sono tra utilizzare l'ipoclorito di sodio (liquido) e l'ipoclorito di calcio (granulare): a parte il vantaggio di non generare acido isocianurico tutti e due tendono a far diminuire il PH ma vi sono altre differenze? Per esempio l'ipoclorito di calcio potrebbe creare incrostazioni e calcare? Inoltre un consiglio secondo la vostra esperienza, anche in relazione alla piscina che posseggo, ormai per il prossimo anno come alternative al dicloro e tricloro meglio utilizzare gli ipocloriti suddetti oppure passare all'ossigeno attivo?
Un grazie anticipatamente
Saluti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito. 5 Mesi 3 Giorni fa #31147

  • MarcoR
  • Avatar di MarcoR
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Messaggi: 2136
  • Ringraziamenti ricevuti 392
Per precisione, entrambi aumentano il pH.
Le differenze sostanziali sono che l'ipoclorito di sodio aumenta di più la salinità, e poi il resto dipende da come si dosa il prodotto, se in manuale o con impianti automatici.
Su una piscina come la sua però non mi farei questo genere di problemi, stiamo parlando di pochissimi metri cubi di acqua, per i quali è molto più consigliato fare ricambi di acqua frequenti.
Inoltre, la prima cosa che cercherei di migliorare è la filtrazione, piuttosto che pensare al "miglior prodotto" chimico.
Per essere chiaro, quando si tratta di pochi metri cubi di acqua, soprattutto in piscine con alta frequenza di bagnanti, i ricambi (importanti) di acqua sono la pratica migliore per non avere problemi di gestione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

1) Leggete il Regolamento del Forum!
2) Usate la funzione "Cerca" .
3) Consultate prima la sezione Documenti

Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito. 5 Mesi 2 Giorni fa #31151

  • Manuel Badalassi
  • Avatar di Manuel Badalassi
  • Offline
  • Nuovo
  • Nuovo
  • Messaggi: 2
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Innanzitutto grazie per la risposta e per la precisazione.
Sicuramente azioni di miglioramento ce ne possono essere molte, per quest'anno oltre alla piscina ho acquistato altri accessori tra cui lo skimmer, per il prossimo anno potrei investire in una pompa a sabbia.
I trattamenti dell'acqua rimangono, non lo vedo come un problema ma piuttosto come un altro punto su cui se si può è giusto migliorare. Concordo sul fatto che ricambiare l'acqua possa essere la soluzione più facile e forse anche meno dispendiosa in termini di tempo e di soldi, però sara una mia fissazione ma dal punto di vista ecologico e di spreco non mi piace. Per il prossimo anno, dopo aver fatto il riempimento, aggiustato il ph e fatto una clorazione shock con il dicloro, pensavo di utilizzare l'ipoclorito oppure (più propenso) l'ossigeno attivo che dovrebbe essere disponibile anche in pastiglie e che ultimamente ne è cresciuto molto l'utilizzo, tanto da spingere le aziende del settore a creare nuove formule con già integrati altri elementi come antialghe ecc. Lo preferirei per il fatto che non emana l'odore del cloro, però ho sentito dire che non funziona molto alle alte temperature e che è difficile da misurare: che cosa mi sa dire in merito? Che prodotti mi consiglierebbe?
Grazie per la disponibilità ed i preziosi consigli!
Saluti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Passaggio da cloro granulare ad ipoclorito. 5 Mesi 2 Giorni fa #31152

  • MarcoR
  • Avatar di MarcoR
  • Offline
  • Amministratore
  • Amministratore
  • Messaggi: 2136
  • Ringraziamenti ricevuti 392
Purtroppo viviamo in un momento nel quale parlare di ricambio di acqua si confonde con lo spreco.
Ma sta proprio qui il punto.
Il ricambio dell'acqua è NECESSARIO.
Ci si illude di trovare prodotti chimici miracolosi ma non si tiene mai in conto che l'acqua oltre un certo limite non è più in grado di reagire ad un qualunque trattamento.
Il motivo è che tutti i prodotti (peggio ancora quelli economici o quelli "multifunzione") contengono sostanze chimiche, sali e altro che rendono impossibile l'equilibrio dell'acqua.
In particolare, nelle piscine con poca acqua, questo fenomeno è ancora più evidente, perchè sono "sovraffollate".
Mi spiego... le norme in vigore in una piscina ad uso pubblico (quelle piscine che in molti schifano perchè troppo inquinate, preferendo la propria...) è previsto un numero massimo di bagnanti a mq. Cioè il Ministero della Salute ritiene che un bagnante debba avere a disposizione almeno 2,5 mq di superficie, quindi circa 4 mc di acqua a testa. E questo non per ragioni di privacy, ma di carico inquinante. Va inoltre considerato che queste piscine devono avere impianti che riescano a filtrare l'intero volume di acqua in meno di 3 ore (1,5 se frequentate da bambini) e che filtrino 24 ore su 24 e su filtrazioni con basse velocità...
Infine, devono garantire un ricambio GIORNALIERO di acqua del 10% dell'intero volume della piscina o almeno 30 litri a bagnante. Ripeto: GIORNALIERO!
Ora
In piscine con impianti filtrazione ridotti al minimo, con poche ore di filtrazione, con un eccessivo numero di bagnanti, ci si rende conto dell'enorme inquinamento che si genera?
L'ho detto migliaia di volte, ma l'unico investimento ragionevole è quello sulla filtrazione.
Mi spiace essere duro, ma i dati statistici europei ormai da anni indicano le piscine fuoriterra economiche (e non lo dico per disprezzare) quelle con il più alto tasso di infezioni da pseudomonas e eschirichia, oltre a funghi e numerosi altri patogeni.
Quest'anno, per la prima volta (c'è una testimonianza sul forum) dall'associazione pediatri è stato coniato il termine "otite da piscina gonfiabile" per indicare un fenomeno che si sta diffondendo sempre di più.
Per queste (e altre) ragioni i ricambi di acqua sono indispensabili, insieme ad un corretto equilibrio chimico dell'acqua, e i ricambi.
Spreco?
Direi prevenzione...
Scusate lo sfogo, ma voglio essere estremamente chiaro su questi argomenti.
Ringraziano per il messaggio: luigi_67, Corluc1

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

1) Leggete il Regolamento del Forum!
2) Usate la funzione "Cerca" .
3) Consultate prima la sezione Documenti
Tempo creazione pagina: 0.110 secondi

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti ai feed del forum

RSS-Feed-icon

Vai all'inizio della pagina